D-ORBIT Headquarters



Un progetto per l’industria aereospaziale del XXI secolo.





D-ORBIT Sede
Fino Mornasco, Italia

2017

Progetto architettonico: Carlo Ezechieli

Prog. impianti meccanici: Antonio Somaini
Prog. impianti elettrici: Daniele Fornè (ForgadSrl)

Foto: © Gabriella Gargioni

Poiché anche il settore aerospazialeè diventato un'area imprenditoriale sempre più rilevante, D-Orbit - una società italiana operantein questo campo rivolgendosi in particolare al problema, sempre più allarmante, dei detriti spaziali - è diventata un protagonista nel campo del disattivazione dei satelliti geostazionari. Le esigenze di ampliamento dell'azienda hanno richiesto spazi di lavoro più ampi e portato alla scelta di un ex magazzino di circa 3'000 mq come nuova sede. Essendo lacatena di produzione di D-Orbitbasata su tre fondamentali passaggi: progettazione, prototipazione e realizzazione,il progetto si è sviluppato seguendo questa sequenza. Un semplice spazio “open-space" gravita attorno alla clean-room, il luogo in cui avviene la produzione e dove i dispositivi di D-Orbitsono custoditigelosamente. La clean-room è uno spazio che include dispositivi pensati per un uso “extra-terrestre”. Appartengono ad un altro mondo, privo di peso, con luce estrema, ad un luogo con temperature estreme, dove nemmeno il tempo scorre allo stesso ritmo che sulla terra. La stanza, considerata il fulcro della composizione architettonica, contiene qualcosa di "ultraterreno" e diventa quindi un Sancta sanctorum, il tempio dove coloro che entrano devono sottoporsi ad una sorta di "rito di vestizione ". La nuova sede di D-Orbit è unasorta di “paesaggio introvertito”composto da grandi spazi dove, proprio come in uno spazio aperto, gli elementi verticali - come i dispositivi di illuminazione, gli arredi ed altri elementi di finitura –ne definiscono le qualità.














CE-A studio + Carlo Ezechieli - 2019 all rights reserved